• Stampa pagina
  • Area riservata
  • Versione alto contrasto
  • Versione standard
Scuola

Lega Navale Italiana - Torre del Greco

Sezione di Torre del Greco
Via Spiaggia del Porto, 9 - 80059 Torre del Greco (Na) - Telefono/Fax Segreteria: 081.881.45.27 - Latitudine: 40.47.243 N Longitudine: 14.21.657 E

BALVANO 1944 Commemorazione di un disastro ferroviario dimenticato

  pubblicata il 14/05/2016

Il Titanic ferroviario

(Balvano 1944: la strage rimossa)

Alzi la mano chi sa dove è avvenuto il più grave disastro ferroviario della storia. Ebbene è avvenuto in Italia, a Balvano, in provincia di Potenza, nelle prime ore del 3 marzo 1944. Più di seicento persone morirono in una maniera assurda ed incredibile, all’interno di una galleria avvelenati dal monossido di carbonio prodotto da due locomotive a vapore. Ma ancora più incredibile di ciò è la maniera nella quale questa tragedia, dai molti responsabili e nessun colpevole, sia stata ignorata dalla memoria collettiva, dalle istituzioni e dalla storia, anche a causa di maldestre versioni di comodo e di ricostruzioni non adeguate. Inizialmente, censura militare e ragion di stato congiurarono per un quasi completo insabbiamento della tragedia, ma la settantennale rimozione dalla memoria collettiva, concretizzatasi nei decenni successivi è inspiegabile. Gianluca Barneschi, Avvocato con la passione delle indagini relative a fatti e personaggi ignorati dalla storiografia e dai mezzi d’informazione, dopo ricerche ventennali sulla tragedia del 3 marzo 1944, afferma che l’unico mistero che permane è proprio quello relativo al permanente oblio. Ma ora il suo volume “Balvano 1944 – Indagine su un disastro rimosso”, pone la parola fine a tutti i misteri sulla tragedia, rivelandone, finalmente ogni dettaglio del prima, durante e dopo. Nel volume, infatti, sono evidenziati tutti i presupposti, le complesse interazioni a livello di causa-effetto ed anche la pletora di fatali coincidenze che si sommarono in maniera determinante e perfida, determinando la tremenda tragedia; soprattutto, viene chiarito con il supporto di documenti inediti, desecretati presso gli archivi inglesi, come non solo l’incidente, ma, soprattutto, il suo tremendo ed incredibile bilancio furono conseguenza di gravissime negligenze. Attraverso analisi incrociata dei verbali degli interrogatori, Barneschi (ricordandoci quale sia la sua primaria occupazione), evidenzia, in modo incalzante ed efficace, il comporta- mento di tutti coloro i quali lasciarono trascorrere ben quattro ore, prima di decidersi a far partire le ricerche per verificare che fine avesse fatto quel Treno 8017, divenuto un convoglio fantasma, ormai inchiodato senza più alcun comando in una buia ed angusta galleria, avvolto da fumi velenosi. Tutti i complessi dettagli della tragedia non sono più, dunque, top secret, grazie anche alla scoperta, da parte dell’Autore, degli atti dell’indagine svolta dagli Alleati in collaborazione con il personale ferroviario italiano (nel marzo del 1944 la Lucania non era più zona bellica e la zona era formalmente governata dal “Regno del Sud” del Re e Badoglio, ma, di fatto, era gestita dagli Alleati che, attraverso la loro amministrazione militare, come illustrato nel volume, gestivano in toto anche la vita civile di quel lembo d’Italia). La ricerca di Barneschi ha, dunque, beneficiato dell’analisi della documentazione proveniente dalla segretissima relazione elaborata dalla commissione d’inchiesta istituita dagli Alleati nell’immediatezza della tragedia (per la prima volta esaminata e resa pubblica); inoltre, dimostrando ancora una volta come la realtà superi la fantasia, l’avvocato romano è riuscito ad avere accesso a documentazione segretissima di carattere politico-militare-diplomatica, proveniente anche da oltreoceano (rivelatrice di complesse ed intricate interazioni). “Balvano 1944 – Indagine su un disastro rimosso” evidenzia anche il contenuto di una clamorosa lettera, spedita all’autore da un ferroviere in servizio nella notte dell’incidente, contenente rivelazioni tremende relative alle responsabilità di chi lasciò morire più di 600 persone. Contestualizzando e descrivendo l’Italia meridionale nell’anno 1944, le pagine del libro fanno emergere testimonianze inedite delle difficoltà delle istituzioni e, soprattutto, della popolazione, che continuava a patire le conseguenze della guerra, cercando disperatamente di sopravvivere. Così, questo saggio riesce a fornire non solo precisa descrizione della misteriosa ed incredibile tragedia del 3 marzo 1944, ma, anche, puntuale e rara ricostruzione del modus operandi delle strutture istituzionali italiane e degli Alleati del periodo.

Galleria immagini  

immagine immagine immagine immagine immagine immagine immagine

Menu principale


Calendario

Ottobre 2017               <<   <    >  >>  
LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Settori di Attivitą

Attività di Sezione

Corsi di vela

 Sono aperte le iscrizioni per il corso di vela di 1° livello,per informazioni rivolgersi presso la sezione o ai seguenti recapiti telefonici: tel segreteria  081 8814527,cell.3388781737 Flaviano

Email:torredelgreco@leganavale.it

 

Corsi di patente 

Corsi di canoa 

 

 

 

 

 

 

 


Scorciatoie



Box Newsletter

 
iscriviti    cancellati